Combray

Notizie del mondo_5

In Art, Books, Cinema, Cronaca, Cultura, Letteratura, Libri, News, Poesia, Politica, Uncategorized on 24 gennaio 2016 at 09:05

Cinema_00010

Il 29 dicembre scorso, la signora Ava Necchi di Busto Nereto, operaia metalmeccanica in una fabbrica di rossi, credendosi sola in casa estraeva da una botola una grande bandiera del partito democratico e la baciava inneggiando ad Orfini.

Quattro rappresentanti di fabbrica della Fiom irrompevano nella stanza intimando alla signora di consegnare la bandiera.

La donna all’intimazione rossa non si lasciava strappar di mano la bandiera, ma si avvolgeva in essa inneggiando ancora, questa volta in modo lascivo, ad Orfini.

Colpita a morte lanciava un suo ultimo grido di fede questa volta intonando una canzone di Jovanotti.

Annunci
  1. …Questa è geniale!

  2. …come orfini…

  3. renzi non lo permetterebbe!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: