Combray

Archive for 2020|Yearly archive page

Un bellissimo novembre

In Art, Books, Cinema, Cronaca, Cultura, Letteratura, Libri, News, Poesia, Politica on 9 febbraio 2020 at 09:46

cinema_00019

Sempre in disdetta, sempre in bolletta, così cantavo quella mattina di novembre quando il sole era alto e mi sentivo felice per aver raggiunto la punta del molo in bicicletta senza mani.

Ora è certo che non si trattava di impresa impossibile, ma per me, totalmente sprovvisto di senso dell’equilibrio, questa conquista poteva dirsi definitiva. La bella giornata fece sì che la punta del molo fosse affollata di persone intente chi a rilassarsi, chi a pescare, chi a leggere. Per conto mio tirai fuori “Un bellissimo novembre” di Ercole Patti, che leggevo sempre in questo periodo.

Le pagine lievi e scorrevoli dello scrittore catanese, mi sembravano così dolci che ogni volta scoprivo passaggi nuovi che suscitavano in me emozioni mai sopite. Mi lasciavo così cullare da una Sicilia arcaica e perduta in cui la tenerezza del passato accentuava una sensualità viva e malinconica. I libri erano per me allora l’unico contatto con la realtà vera della vita, non ero sicuramente quel che si dice un fine letterato, anzi le cose che scrivevo erano di una rozzezza infantile, ma per me erano vitali e mai le avrei barattate con una scrittura più adulta ed impegnata.

Se scrittore dovevo diventare – mi dissi – meglio rozzo che inconcludentemente sofisticato, frase che mi sembrò allora ad effetto ma che riletta oggi mi fa capire l’essere vuoto e vacuo che fui.

Tornando a casa ebbi una doglia reumatica, forse dovuta al conglomerato bituminoso del molo non perfettamente allineato, che mi portò definitivamente allo smantellamento del mio humus culturale che gettai nel cesso insieme ad una copia de la “Relation du Royaume de Siam par M.de la LOUBERE envoye extraordinarie du Roy a Siam en 1687.1688 in 12. Paris 1691. 2 vol. (Viaggio assai curioso, e stimato)” che trovai incastrata tra due massi del molo sud.