Combray

Un attore dimenticato: Jack Cassidy

In Cinema on 8 giugno 2011 at 23:01

Lo ricordiamo tutti interpretare The Great Santini in un memorabile episodio del tenente Colombo. L’episodio in questione è Now you see him… del 1976, titolo italiano L’illusionista.

L’episodio è fra i migliori di sempre. Jack Cassidy raggiunge il culmine della sua arte. Oscura Peter Falk come mai era successo. E’ presuntuoso, altezzoso, snob, cinico, in fondo lo abbiamo sempre ammirato tutti. Nell’episodio interpreta un mago. Ricorda Mandrake di Lee Falk in un curioso rimando di cognomi. Uccide il proprietario del locale dove lavora. Questi ha scoperto che il Grande Santini altri non è che Stefan Mueller, dal passato oscuro nella Germania nazista. Colombo inizia le sue indagini con un nuovo impermeabile regalatogli dalla moglie.

Arrivato al The cabaret of magic lo indossa, tanto che il poliziotto di guardia non lo riconosce. Pensa a tutto il sergente John Wilson che vorrebbe fermare e  interrogare tutti e 156 gli spettatori presenti la sera dell’omicidio. Colombo per tutto l’episodio cerca di sfuggirgli, anche se alla fine sarà proprio il sergente Wilson ad aiutarlo a risolvere il caso. Il punto chiave della puntata è la serratura forzata per uccidere Harry Blanford. E’ nuova, messa da una settimana, esiste una chiave sola. Fatta esaminare risulta forzata con una sottile bacchetta d’acciaio. Colombo invitato ad una serata al cabaret, ordina acqua e limone e in platea si diverte come un bambino. Viene invitato sul palco da Santini che gioca un po’ con lui. Prima di tornare al tavolo, Colombo lo sfida ad aprire un paio di manette della polizia considerate sicurissime. Il Grande Santini cede alla sua arte e pecca di presunzione.

“Qualsiasi serratura può essere forzata, basta saperlo fare”.

 Colombo è ammanettato, si alternano primi piani dei due volti. Santini lo libera e, mentre il pubblico applaude, Colombo con un: “Lo sapevo che ci riusciva” mette Santini con le spalle al muro. L’episodio si snoda poi col tormentone dell’impermeabile che Colombo cerca in tutti i modi di perdere. Il solerte sergente Wilson lo ritroverà sempre. Poi pensa di averlo smarrito definitivamente ma:

“Credevo che me l’avessero rubato!” esclama stupito all’ennesimo ritrovamento.

“Alla centrale di polizia?” risponde il tenente Wilson.

Il finale è ancora una volta amaro per Jack Cassidy che sconsolato mormora: Ed io che pensavo di aver realizzato il delitto perfetto”.

“Oh, non esiste il delitto perfetto, è solo…un’illusione”  ghigna Peter Falk.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: